Guido Pagliaro

Fondatore e direttore del Centro Diaghilev è Guido Pagliaro. Negli anni Settanta inizia a occuparsi di organizzazione culturale e collabora con il Consorzio Teatro Pubblico Pugliese in qualità di operatore teatrale. Dal 1980 al 1991 è impegnato nel Teatro Petruzzelli di Bari come direttore artistico e organizzativo. In questi anni cura l’ideazione e la realizzazione delle manifestazioni culturali e spettacolari del teatro, promuovendo un’attività che abbraccia differenti forme di espressione artistica: danza, prosa, lirica, concertistica, musica popolare, teatro di ricerca. Proprio per questa capacità di coniugare con coerenza diverse forme di spettacolo il Petruzzelli si caratterizza in quel decennio come una delle strutture più interessanti e dinamiche del panorama teatrale nazionale. Innumerevoli gli spettacoli e gli artisti di prestigio internazionale che prendono parte alle stagioni dirette da Pagliaro: da Rudolf Nureyev a Maurice Bejart, da Vladimir Vassiliev a Mikail Baryshnikov, a Roland Petit, Antonio Gades, Martha Graham, Jiri Kylian, William Forsythe, Pina Bausch, Tadeusz Kantor, Peter Brook, Jan Fabre, Alvin Ailey, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Luciano Pavarotti, Marcia Haydée, Jorge Donn, Zizi Jeanmaire, Josè Carreras, George Prêtre, Mstislav Rostropovich, Birgit Culberg, Placido Domingo, Frank Sinatra, Carla Fracci, Luciana Savignano, Liza Minnelli, Jorge Lavelli, Jerome Savary, Andrej Wajda, Klaus M. Grüber, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Margot Fonteyn, Mats Ek, Natalia Makarova, Roberto Benigni,Gabriele Lavia, Pier Luigi Pizzi, Carmelo Bene, Peter Stein, Eduardo De Filippo, Marcel Marceau, Lindsay Kemp,Dario Fo, Moni Ovadia, Carolyn Carlson, ecc. Pagliaro si occupa, inoltre, dell’organizzazione di numerose tournée effettuate all’estero con alcune produzioni liriche del Petruzzelli (Egitto, Parigi, Brasile, Spagna,Russia, Australia, ecc). Nel 1989 ricopre l’incarico di Coordinatore della Sovrintendenza del Teatro dell’Opera di Roma. Dal 1986 intraprende contemporaneamente un’attività autonoma costituendo il Centro Diaghilev con cui avvia un’attività di produzione diretta di spettacoli di prosa, mettendo in scena lavori proposti su tutto il territorio nazionale, con il coinvolgimento di attori e registi di riconosciuto valore, quali Lucilla Morlacchi, Roberto Herlitzka, Paola Mannoni, Walter Pagliaro, Virginio Gazzolo, Flavio Bucci, Nando Gazzolo, Micaela Esdra, Daniele Abbado, Danilo Nigrelli, Riccardo Caporossi, Leda Negroni, Renato Campese, Luigi Mezzanotte, ecc. Allo stesso tempo incentiva e sostiene la drammaturgia contemporanea e la creatività di talenti locali, come Paolo Panaro e Mariano Dammacco. Nel 1995 Pagliaro fonda e dirige sino al 2006 (anno della sua chiusura) lo spazio di ricerca teatrale ‘La Casa dei Doganieri’, recuperando un’antica fabbrica abbandonata che si affaccia sul porto di Mola di Bari, dove, oltre a una intensa attività laboratoriale, vengono proposti i lavori di alcuni tra gli artisti più interessanti e significativi del teatro contemporaneo italiano, tra cui: Federico Tiezzi, Moni Ovadia, Toni Servillo, Enzo Moscato, Emma Dante, Antonio Latella, Giorgio Barberio Corsetti, Cherif, Riccardo Caporossi, Claudio Remondi, Ruggero Cappuccio, ecc. Dal 2001 al 2004 ricopre l’incarico di Direttore generale della Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Petruzzelli – Città di Bari. Nel 2004 è nominato Direttore artistico della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, riconosciuta dal Ministero quale quattordicesimo Ente lirico italiano. Prima di lasciare l’incarico nel luglio del 2006, Pagliaro firma le prime due stagioni che vedono impegnati alcuni nomi di assoluta grandezza nel campo della musica e della danza: da Mstislav Rostropovich a George Pretre da Riccardo Muti a Valery Gergev, a Yuri Temirkanov a Daniel Oren, Marco Berti, Marcelo Alvarez, Fiorenza Cedolins, Karlheinz Stockhausen, Cesare Lievi, Robert Wilson, Adrian Noble, Shen Wei, Emio Greco, ecc. Pagliaro cura, infine, la coproduzione al fianco del Piccolo Teatro di Milano delle tournèe internazionali della ripresa di ‘Così fan tutte’ con la regia di Strehler in Spagna, Francia, Turchia, Egitto, Russia.

Dal 2007 al 2009 è stato presidente del Conservatorio Nino Rota di Monopoli.