LA FOLLIA DI DON CHISCIOTTE – PRIMA PARTE

 

 

Diaghilev Don Chisciotte  Mola

 

LA FOLLIA DI DON CHISCIOTTE

 

PRIMA PARTE

 

drammaturgia e regia di Paolo Panaro da Miguel de Cervantes

Produzione Diaghilev Teatro Van Westerhout Mola di Bari

La follia di Don Chisciotte costituisce la tappa iniziale di una ricerca sull’opera di Cervantes che si svilupperà nel corso dei prossimi due anni.  Lo spettacolo inizia col presentare il protagonista, Alonso Quijano, un hidalgo cinquantenne, che, incapace di affrontare il reale e inadeguato al mondo che lo circonda, sprofonda nelle fantasie dei vecchi poemi cavallereschi, la cui lettura lo porta progressivamente alla follia. Comincia così a pensare che tutto quanto ha letto sia più reale della realtà stessa e che la sua missione sia di emulare le gesta dei cavalieri antichi. Dotatosi di una bizzarra armatura, prende il nome di Don Chisciotte e parte alla ventura. Ma la sua prima solitaria sortita è destinata a breve durata, visto che, dopo diverse peripezie e una buona dose di legnate, viene ritrovato alquanto malconcio da un compaesano che lo riconduce a casa. Durante la convalescenza è assistito dalla nipote, dal curato e dal barbiere, i quali, ritenendo responsabili della follia i libri della sua biblioteca, ne bruciano la quasi totalità.